22 maggio. Cadice e Jerez de la Frontera

La giornata è iniziata tranquillamente, con le solite attività di routine, e con calma siamo partiti per Cadice. Arrivati abbiamo fatto un giro per la città e dopo aver visitato il museo,  abbiamo fatto un altro giretto per poi ripartire per Jerez de la Frontera, città famosa per lo sherry.
Cadice ci ha colpito molto positivamente,  il centro storico è molto caratteristico,  e pieno di vita.  Ma anche la periferia è ben tenuta e affollata.

image

Jerez de la Frontera invece all’opposto, non ci è piaciuto. Sarà perché siamo capitati il giorno sbagliato: c’era appena stato un mercato e sembrava fosse esploso un camion dell’immondizia.  Inoltre quelle poche persone che abbiamo incontrato ci sono sembrate veramente poco raccomandabili.
La domenica è tutto chiuso :i  negozi, l’Alcazar  e di pomeriggio anche le bodegas sono sprangate…  Invece che balle di fieno rotolavano sacchetti della spazzatura. Impressione pessima.
Così abbiamo deciso di lasciare Jerez e ci siamo diretti al campeggio: messi i costumi  siamo andati in esplorazione della costa.  Siamo arrivati per caso ad un faro su una scogliera veramente incantevole, così abbiamo fatto due passi tra i cuscini d’erba e ammirato il panorama.

image

La gita è continuata fino alla cittadina di Conil,  con la sua interminabile spiaggia, sulla quale abbiamo passeggiato.  La sabbia è dorata, finissima e ogni tanto fanno capolino le conchiglie portate dal mare. Stupenda! Il vento soffiava abbastanza forte,  ci siamo sdraiati un attimo per poi cambiare idea quasi subito, vista che la sabbia volava incessantemente dappertutto.

image

La giornata è quasi terminata, domani si riparte.

2 thoughts on “22 maggio. Cadice e Jerez de la Frontera

  1. Miranda Loves Travelling

    Siamo stati a Jerez ed onestamente forse siamo stati più fortunati di voi e ci ha fatto un’ottima impressione, ci siamo fermati due notti ed abbiamo potuto visitare sia i musei ed i monumenti, tra gli altri l’Alcazar, ed assistere allo spettacolo della Reale Scuola di Equitazione la più importante di Spagna, visitato cantine e gustato ottimo sherry ma anche una buona bottiglia di vino, una serata in uno dei vari locali dove si balla il flamenco di ottimo livello in questa zona grazie anche alle famose scuole ed accademie di flamenco della città. Cibo ottimo gente cordiale. A noi è piaciuta molto.

    Reply
    1. crivan

      Ciao Miranda Loves Travelling, grazie per il commento e per aver scritto la tua esperienza molto positiva! La nostra purtroppo non lo è stata. Siamo stati sicuramente un po’ sfortunati capitando di domenica in città! Un giorno torneremo a Jerez per assaporare con calma tutto quello che ci siamo persi 🙂

      Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *